sabato 15 febbraio 2014

Freezing (prima serie)



Freezing è un manga scritto da Dall-Young Lim e disegnato da Kwang-Hyun Kim, 2 autori coreani che di solito fanno manhwa, non voglio recensire il manga (anche perchè in italia non  è edito e non sono il tipo da scan), ma voglio recensire la prima stagione dell'anime, composta da 12 episodi, che in questi giorni ho divorato perchè ha saputo affascinarmi, sorprendermi, ma al tempo stesso infastidirmi . . .

Freezing si svolge in un mondo futuristico, dove delle creature chiamate nova, che possono viaggiare attraverso le dimensioni, sono ormai diventate l'incubo nell'immaginario comune. gli umani per difendersi dalle sporadiche invasioni di questi esseri, hanno creato le pandora, ragazze che al loro interno ospitano uno stigma, che oltre a dare delle capacità notevolmente superiori a qualunque essere umano, gli permette di generare armi(volt weapon) e vestiti(volt texture).
Queste ragazze vengono istruite in istituti dalla parvenza scolastica, ma gerarchicamente strutturati come le forze militari.
Anche i ragazzi possono frequentare le accadamie, ma non diventerannò dei pandori (ah ah), ma Limiter, una classe speciale, il cui ogni membro ha il compito di affiancare UNA e solo UNA pandora a VITA.
Un limiter, non può  essere tale senza una pandora, in quanto i poteri derivano dagli stigma della pandora con cui ha fatto il patto.
Aoi Kazuya, il protagonista, è il fratello Di Aoi Kazuha(che fantasia), una pandora eroica che ha dato la vita per combattere i nova e volendo seguire l'esempio della sorella decide di frequentare anche lui l'accademia.
Kazuya arriva a scuola proprio il giorno del Carnival, evento in cui le Pandora si scontrano in una battaglia violentissima(ma non mortale). Mentre stava facendo la sua prima visita negli edifici, la competizione volgeva al termine, le uniche 2 partecipanti ancora in piedi combattevano senza sosta e senze barriere, ma Kazuya per qualche strano motivo scambia una delle 2 concorrenti per la sua defunta sorella, così corre ad abbracciarla, atto che costerà la vincita del Carnival a quella ragazza . . . L'intoccabile regina.
Nei giorni seguenti Kazuya cercherà di conoscere e scusarsi con quella ragazza, inoltre vorrà essere il suo limiter.

Quindi l'anime ci catapulta in questo setting a metà tra lo stupefacente per l'ambientazione e il fottutamente scontato per la condizione iniziale da "A-boy-meets-girl", dove guarda caso i generi che farannò da rappresentanti sono Harem e Ecchi, ma con una nuova inaspettata componente addizionale . . . Seinen, mai combinazione fu così Fastidiosa.
È come se gli autori avesserò voluto trattare dei temi maturi, ma restando fastidiosamente omologati a quella pletora di anime che fanno del fanservice l'unico punto di forza, giusto per assicurarsi delle vendite/visioni.

Ma adesso riprendiamo a parlare dell'anime.
La relazione tra una pandora e un limiter non è affatto scontata, in quanto c'è una linea sottilissima che divide i 2 da essere semplici amici a veri propri amanti.
Grazie a questo stratagemma l'anime mostra 2 facciate della sessualità:
Una giocosa, volgare, basato sul fraintendimento
Una un po' più legata alla sfera dell'affettività
Il fanservice per queste 2 facciate andrebbe abbastanza bene, ma come detto prima stiamo parlando anche di un seinen e infatti abbiamo una terza facciata:
quella crudele, diretta e violenta delle molestie e degli abusi sessuali
ed ecco che la componente fanservice diventa la più fastidiosa, perchè? Vedere gli stessi personaggi che hanno subito violenze, essere vittima di fanservice, è secondo me la peggior mancanza di rispetto verso le PROPRIE creazioni, perchè non stiamo parlando del fandom che crea delle fanart piccanti o direttamente hentai, ma stiamo parlando dello stesso artista che caga sulla propria opera e non sto parlando dei momenti in cui vengono "illustrate" le violenze, perchè almeno lì c'è una certa serietà, ma parlo di tutto quello che c'è attorno.

Ora parliamo di un'altro aspetto fondamentale di freezing . . . i combattimenti.
Per metà della serie, vi chiederete realmente che razza di combattenti siano, in quella scuola insegnano realmente a combattere? o insegnano a colpire i punti erogeni? combattimenti mai scontati, veramente crudi, ma anche qua il fanservice rompe il cazzo (le cose vanno dette il più chiaramente possibile) infatti ogni fendente sortirà lo stesso medesimo effetto . . . fare a brandelli i vestiti e per la precisione i corpetti delle combattenti, facendole restare con i seni al vento.
Quelle poche volte che le armi non sarannò taglienti, ma contundenti i combattimenti si farannò un attimo più seri e con minor presenza di fanservice se non fosse per il fatto che in una delle scene delle prime puntate si raggiunge l'apice della deficenza mentale dei 2 creatori, dove una delle combattenti colpisce con dei tonfa l'avversaria ad altezza clitoride, braccia rubate alla pornografia.
ah, stavo per dimenticare il compito di un limiter (quando presente), un limiter ha solo il compito di creare un campo di freezing, dove le pandora "nemiche" (le pandora non possono esserlo) soccombono a una sottospecie di forza di gravità che le immobilizza e dove i nova non possono attuare il loro freezing.

La prima metà è riassumibile come letamaio di harem e fanservice fastidioso, dove tante ragazze maestre nell'arte del "puttanesimo" si contenderannò Kazuya, ma per fortuna la serie si risolleva dopo la prima metà, il fanservice nei combattimenti diventa meno presente (rimanendo presente a livello generale) e specialmente la trama prende una piega inaspettata e interessante, finalmente dissipando interrogativi come "quando attaccano i nova? fin'ora si son visti solo nelle esercitazioni e nei flashback" o "ma i nova attaccano solo le pandora e ste minchia di accademie?" oppure "esiste un universo attorno a questa accademia o esiste solo l'accademia?" .
Il finale fa ritrovare la retta via alla serie(che tuttavia riperde durante i titoli di coda) dove ci viene mostrato un combattimento crudissimo, diretto e assennato contornato da momenti  che rivelano la vera filosofia di vita di una padora e di un limiter.



Abbiamo sotto il naso un'opera che avrebbe potuto essere ottima e che invece viene ripetutamente vilipendiata dagli autori dal fanservice, l'opera trova un po' di "splendore"(se così possiamo chiamarlo) solo superando la prima metà, storia abbastanza buona e relazioni tra i personaggi forse un po' ambigue per la storia della coppia pandora-limiter, ma tuttavia funzionali sia alla trama che a un futuro intreccio amoroso(c'è una seconda serie, che ancora non ho visto).
Prima della chiusura dell'articolo è doverosa una menzione alla opening che nonostante sia parecchio virante sul pop (uno dei generi che odio) è ben strutturata e sfoggia inizialmente una ritmica e delle timbriche inusuali.





Finisco l'articolo mettendovi in guardia dalla serie di 6 episodi di "speciali", gli episodi hanno una durata media di 3 minuti, dove non viene spiegato ne approfondito nulla! sono 6 episodi di fanservice PURO, alla fine di quel quarto d'ora(e più) in cui l'ho visto volevo piangere, ma solo per aver perso
 15 minuti della mia vita a guardare le peggiori scene viranti sul hentai della mia vita, non potevo passare quei 15 minuti a guardare un hentai serio?

Nessun commento:

Posta un commento