martedì 15 aprile 2014

Katawa Shoujo (pc) - Hanako's route


In questi giorni, non so perchè, mi è venuta voglia di riesumare la cartella giochi del mio pc, la cartella più oscura del mio hard disk, dove giochi su giochi attendono li di essere GIOCATI.
Ed ecco che m'imbatto nelll'installer di katawa shoujo, allora mi dico "perchè no? cimentiamoci in qualcosa di diverso, d'altronde le visual novel mi son sempre interessate".

Dal menu principale già si percepisce la classe e la dedizione che gli autori hanno voluto dare a questo titolo, quel piano così soave, semplice e delicato che sembra sfiorare delle note che possono toccare qualsiasi cuore, ma c'è una visual novel da cominciare, ergo comincio una nuova partita.

Sei al parco, tutto attorno a te è calmo, sei sotto un albero che sembra non avere nulla di particolare, la neve riposa pigramente sotto le suole delle tue scarpe e finalmente la persona per cui stavi attendendo arriva.
Iniziate a parlare e lei cerca di dichiararsi, ma nel tuo petto si allarga una sensazione, sembra che il cuore abbia saltato un battito e che ora stia correndo per recuperare, ti senti male, crolli a terra, ti svegli sul letto di un ospedale, vedrai quelle 4 mure per più o meno 4 mesi, i tuoi compagni di scuola iniziano piano piano a non farti più visita, fino a quando rimani solo.
Un giorno il medico, notifica a te e i tuoi genitori la tua situazione clinica, soffri di aritmia cardiaca e secondo il medico sarebbe meglio che smettesi di frequentare la scuola publica per frequentare un istituto privato adibito per persone che hanno degli handicap, all'inizio non vuoi crederci, ma è l'unica via percorribile, non hai scelta, così ti rassegni a frequentare e abitare nei dormitori di quel liceo, che a prima vista sembra così asettico e poco scolastico, ma molto "medico".

Ok, finisce qua l'introduzione per me, dal momento in cui si mette piede nell'istituto, la storia diventa fin troppo dialogata per essere scritta da me, in più penso che sia una storia da vivere più che da raccontare, perchè con ogni irreplicabile parola che il box ci mostra, diventa sempre più poetico e magico, ma è ora di raccontare la MIA personale esperienza.

tutto mi ha stupito fino a quando non ho iniziato a pensare sopra il concept del gioco . . .
che sia chiaro per Odino o chiunque altro legga la mia recensione dopo aver parlato con me, non ho cambiato idea, penso tutt'ora che il concept alla base del gioco sia incoerente, sempre se ne ha uno ed il team di sviluppo non era composto solo da pervertiti con la fantasia di scoparsi tipe in qualche modo menomate, il concept dovrebbe essere qualcosa del tipo " non importa se la persona che ami ha un handicap, l'amore supera tutto questo tipo di barriere" bene, benissimo, insegnamento meraviglioso, peccato CHE . . .
L'ambientazione sia l'unico punto incoerente, come si può parlare di "normalità" dove questa non esiste o di "Gli handicap non cambiano la vita della gente" dove  questa frase viene continuamente smentita da tutto?  penso che i problemi debbano essere affrontate, non ignorati.



La storia si divide in Main Chapter e Routes, il main chapter è quello che viene percorso per forza dal giocatore e che tramite delle domande servirà a definire la route e il circolo di amicizie che il giocatore avrà.

Hisao, il nostro personaggio mette piede in classe e subito ci viene offerta la vista di 2 delle 5 possibili route da percorrere, Hanako e Shizune, nonostante sia stata Shizune la prima a parlarmi e la prima con cui ho passato del tempo, non posso dire di averlo fatto con piacere, fin dalla mia entrata in classe, la ragazza che ha attirato la mia attenzione è lei . . . Hanako, quel viso così dolce, quel fisico così esile, quella candida mano d'innanzi alla sua faccia per coprire le ustioni, quei capelli scuri così lunghi , non potevo non notarla, era uno dei miei clichè preferiti, la ragazzina cosciente delle sue cicatrici/ustioni, tanto da non volersi avvicinarsi a nessuno, fin dal primo bivio ho cercato di raggiungerla, di conoscerla, non sapevo nulla di lei, non sapevo neanche se fosse tra le route disponibile all'inizio, ma poi finalmente l'incontro in biblioteca, ha potuto rivelarmi quel suo fare così innocente e estremamente timido, non vedevo l'ora di poter leggere di più su di lei.





Hanako, ha occupato e ancora occupa gran parte del mio pensiero, fosse stata reale l'avrei abbraciata per giorni senza mai stancarmi, ma ahimè non lo è, non mi sono identificato particolarmente nel protagonista, abbiamo gusti diversi, ma quando ho letto che anche lui avrebbe voluto difenderla da qualsiasi cosa potesse fargli male, ecco che non sono più stato Alerage, ma Hisao.

Percorrendo la sua route, si scoprono tante cose, non è il clichè che pensavo, certamente lei è cosciente delle sue ferite, ma il significato che le dà è diverso, i finali sono 3.

All'avvicinarsi del suo compleanno, Hanako soffre, ma così tanto da non poter uscire dalla sua camera, Hisao chiama Lily(la migliore amica di Hanako) per dei consigli, lei le consiglia di non essere così apprensivo e di darle i suoi spazi e i suoi tempi, all'inizio io concordai con Lily, ma una frase mi fece tornare sui miei passi.

il primo tra tutti che ho visto è il true ending, secondo me il più innocente, ma anche il più incompleto e insoddisfacente.
Allora ho deciso di riavviare da quella fatidica risposta a Lily, così inizia la mia lettura del finale più lungo, ma anche il più completo e soddisfacente dal punto di vista emotivo, grazie a questo finale scopriremo di più sul suo passato e riguardo il suo malessere.

Quando aveva 8 anni scoppiò un incendio a casa sua, i suoi genitori morirono e lei si salvo per miracolo, resto del tutto sola, non aveva parenti, così ha dovuto vivere in un orfanotrofio,  per le elementari e le medie veniva continuamente schernita dai suoi compagni, così inizio a isolarsi e a leggere libri.

In verità il malessere al suo compleanno non era dovuto a tutto ciò, ma alle indesiderate attenzioni che lei ricevevà, non credeva di meritarle, anzi si sentiva inutile, solo un peso per gli amici, come se non sapesse badare a se stessa, il solo sapere questo mi ha fatto stare male, era la nostra amicizia (anche quella di Lily) a fargli male, il danno più grosso non lo aveva fatto l'incidente, ma noi, specialmente Hisao che era visto come più di un amico, ma continuava a friendzonarla, provocandole uno sguardo che durante il gioco impareremo a riconoscere e ad amare, mi sentivo in colpa, fossi stato realmente io non avrei saputo rispondere, ma ecco che Hisao rivelà il SUO di malessere.
Ha perso tutto dopo l'attacco cardiaco e l'unico motivo per cui ora vive è Hanako, quindi le fa capire che lei non è inutile anzi è importantissima.
Così dopo una breve discussione Hanako decide di dare il primo regalo ad Hisao . . . il bacio più zuccherato che io abbia potuto vedere.

Ora vorrei muovere la discussione sulla scena di sesso, che avviene dopo le prime rivelazioni  riguardo al suo passato , non so che pensare, continuo a pensare che Hanako sia carina e per quanto mi riguarda poteva anche benissimo avere tutto il corpo pieno di ustioni, non m'importava,  amavo quel carattere, amavo quell'area effimera che spargeva, ma la scena di sesso è orribile e ripeto non per Hanako, non so se per la condizione di Lei o per la rottura dell'imene, forse sono io ad esser poco animalesco o poco uomo o poco virile, mettetela come volete, ho sempre detto che non sono adatto a preservare la specie, ma al minimo segno di dolore avrei preferito smettere di fare l'egoista, traendo piacere dal suo corpo, mi sarei fermato anche solo per chiedergli se andava tutto bene, Hisao invece sembrava irrefrenabile, usando un pleonasmo direi "senza contegno", tuttavia continuava a pensare "voglio renderla felice", ma io mi chiedo come fai a dire una cosa del genere quando lei è li con te con il viso che trasuda dolore per causa tua? ho sempre saputo che il sesso per la donna ha qualcosa di masochista, ma Hisao è il più infame dei sadici, per un attimo dopo il rapporto, l'aritmia cardiaca di Hisao si è fatta sentire e in quel momento ho sperato che ci lasciasse le penne per il poco riguardo che ha usato nei confronti di lei, ma ahimè il resto è il finale.

L'ultimo finale che io non ho visto è il bad ending, perchè ho sempre cercato di trascorrere tempo con lei, invece pare che questo venga fuori se non si trascorre abbastanza tempo con lei.

Ora molti di voi si starannò chiedendo "dove sono le altre route?", come ho detto questa è la mia esperienza, non ho detto che avrei descritto tutte le route, questo perchè quando un gioco interroga la mia parte più emotiva anzichè quella razionale, non cambio per niente via per farmi qualche altra  tipa, sono troppo fedele alle mie cotte, quindi se volete sapere altro riguardo ad altre route, non chiedete a me, chiedete ad altri (forse odino quando ne avrà voglia), io sono soddisfatto così.
I personaggi si sono evoluti benissimo e la storia non è andata avanti per il bene della storia ma per il bene del personaggio (si mi riferisco a qualcosa che ha detto di recente Croix) però c'è d'ammettere che il team di sviluppo, sicuramente composto da Giapponesi, è fottutamente bravo a creare casi patologici.



Nessun commento:

Posta un commento